IL NOSTRO BLOG DI CUCINA

I pasticci di Paky&Irene non è un semplice blog di cucina, ma è molto di più. E' un percorso introspettivo nei sapori e negli odori che si gustano nella nostra cucina e nella nostra vita. La passione che mettiamo nei nostri piatti, la utilizziamo tutti i giorni per condire la nostra vita. Passione, semplicità e simpatia sono le parole che ci descrivono. Non siamo solo una coppia in cucina ma anche nella vita. In sette anni d'amore (con qualche litigata ogni tanto) abbiamo condiviso il piacere del buon cibo e della buona cucina, ricordando sempre che anche un piatto non riuscito perfettamente è un ciclone di gusti purchè fatto con amore.
Buon pasticcio a tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!


martedì 10 marzo 2015

RICETTA FINGER FOOD: PIADINA DI KAMUT CON RIPIENO DI PROSCIUTTO CRUDO, RADICCHIO E POMODORO PACHINO

Parte della nostra vita è legata a questo piatto. Diciamo che per molti venerdì sera, in quel di Fano, è stata la nostra cena. Ormai eravamo diventati clienti abituali della piadineria vicino casa nostra e così è nata anche una simpatia con i proprietari, con cui molto spesso ci intrattenevamo a parlare. Se siete nei pressi di Fano, vi consiglio vivamente di assaggiare la piadina da "Panzabella", un nome che è una garanzia. Molte volte abbiamo cercato si estorcere la ricetta dell'impasto della piadina, ma non siamo mai riusciti a compilare completamente la lista degli ingredienti.
Ora che ci siamo trasferiti, ci siamo dovuti ingegnare ed imparare anche a fare le piadine. All'inizio pensavamo fosse davvero difficile, ma con il tempo ci siamo resi conto che è un impasto facile, semplice e veloce. Il tempo necessario per fare l'impasto è di circa 10 minuti. L'impasto non deve riposare.
Ovviamente le piadine possono essere farcite a piacere, noi le proponiamo con prosciutto crudo dop di Parma, radicchio trevigiano e pomodorini.
Per la cottura della piadina potete utilizzare una classica padella antiaderente, con il bordo non molto alto.




INGREDIENTI PER UNA PIADINA:

  • 85 gr di farina di kamut;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • 150 ml di  acqua calda;
  • 1 pizzico di sale.
Per la farcitura:

  • 60 gr di Prosciutto crudo di Parma;
  • 3 foglie di radicchio Trevigiano;
  • 3 pomodorini pachino. 
  • 1 cucchiaio di glassa di aceto balsamico. 
In una terrina mescolate 75 gr di farina (lasciate la restante parte della farina per aiutarsi nella stesura della pasta), l'olio evo, l'acqua calda e 1 pizzico di sale.
Mescolate accuratamente con un cucchiaio, e disponete l'impasto così ottenuto su una spianatoia. Impastate con accuratezza, finchè l'impasto non sarà diventato omogeneo.
A questo punto con la restante parte di farina, spianate con il mattarello in modo da creare un disco sottile. Infarinate bene la spianatoia per evitare che durante questa operazione la pasta possa attaccarsi alla spianatoia.
Una volta creato questo disco, prendete una padella antiaderente, lasciatela riscaldare a fuoco medio. Trascorso un minuto circa dall'accensione della fiamma, mettete con delicatezza il disco nella padella e lasciate cuocere per tre minuti ogni lato.
A questo punto la vostra piadina è pronta, potete farcirla a piacere e metterla di nuovo sul fuoco per far legare maggiormente gli ingredienti della farcia.

Questo è il risultato ....

Questo piatto noi preferiamo accompagnarlo con una birra rossa artigianale.
Buona piadina a tutti ....

domenica 1 marzo 2015

RICETTA DELLA DOMENICA: FUSILLI CON TONNO, OLIVE NERE E ORIGANO

Oggi presentiamo una ricetta facile e rapida da preparare, ma soprattutto gustosa. Dare gusto a questo piatto, è veramente molto semplice, basta scegliere prodotti di prima qualità. Non è sufficiente scegliere un tonno o una oliva qualsiasi dal banco del supermercato, per rendere unico questo piatto, ma dobbiamo sforzarci di scegliere prodotti prima di tutto sani e italiani, meglio ancora se di denominazione di origine controllata.
A volte questi prodotti costano leggermente di più, ma il vostro piatto ne guadagnerà sia in gusto che in genuinità.
Pensiamo alla classica scatoletta di tonno, che utilizzeremo in questa ricetta, non è una scatoletta qualsiasi scelta a caso tra gli scaffali del supermercato, ma è stata scelta soprattutto guardando la qualità del prodotto e il luogo in cui è stato prodotto, cercate di scegliere tonni inscatolati in Italia.
Fatta questa doverosa premessa, (non possiamo riempire il nostro carrello in modo sproporzionato e senza utilizzare la testa), passiamo a descrivere la nostra squisita ricetta domenicale.

INGREDIENTI PER DUE PERSONE
160 gr di fusilli (pasta secca);
40 gr di olive nere di Gaeta;
1 cucchiaino di origano (preferibilmente di origine bio);
2 cucchiai di olio evo;
300 ml di passata di pomodoro;
1 spicchio di aglio;
180 gr di Tonno sott'olio;
1 pizzico di sale.

PROCEDIMENTO:
Il primo passo consiste nella preparazione del sugo. Mettete in una padella antiaderente l'olio evo e lo spicchio d' aglio. Lasciate rosolare l'olio lentamente e quando l'aglio sarà leggermente dorato, aggiungete il tonno a cui avrete tolto l'olio in eccesso. Lasciate rosolare il tonno per un minuto.Aggiungete a questo punto le olive precedentemente denocciolate e tagliate a rondelle.Fate cuocere il tutto ancora per un paio di minuti, girando ogni tanto con un cucchiaio di legno, in modo da sgretolare il tonno e salate a piacere.
A questo punto aggiungete il passato di pomodoro, mescolate ogni tanto e fate cuocere per circa 5 minuti il sugo, coprendo con un coperchio. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata. Ultimata la cottura dei fusilli, scolateli e mantecateli nella padella in cui avete cotto il sugo di tonno. Mescolateli accuratamente a fuoco spento e aggiungete l'origano. Ed ecco a voi il piatto finito....
Per l'abbinamento consigliamo un Vermentino di Gallura Superiore.
Buona Domenica  a tutti ....


giovedì 19 febbraio 2015

A CACCAVELL CON SPUMA DI RADICCHIO E CARCIOFI CROCCANTI

Eccoci di nuovo con una ricetta golosa e soprattutto gluten free. In primo luogo vorrei ringraziare Marcella per la sua disponibilità e per avermi fatto provare un prodotto unico, con cui è possibile dare sfogo alla propria fantasia culinaria. A Cacavell, non è semplicemente un formato di pasta ma molto di più, e già il suo nome rievoca in me tutto il retrogusto delle mie origini campane. La parola caccavell in dialetto napoletano indica proprio la pentola in cui vengono preparate deliziose pietanze....A caccavell si presta a mille diverse preparazioni e veramente permette anche a chi non è un grande chef di poter preparare un piatto unico gustoso.... Ovviamente la forma si presta molto ad essere servita come una pasta ripiena e così abbiamo deciso di creare un contrasto di sapori e unire il gusto della caccavella con il retrogusto amaro del radicchio. Speriamo che piaccia anche a voi.....
INGREDIENTI PER DUE PERSONE:
2 Caccavelle
1 Piccolo radicchio (130 gr )
125 gr di ricotta
1 cucchiaio di latte di riso senza glutine
1 carciofo tenero
1 pizzico di erba cipollina triturata
1 pizzico di sale.
Mettete una pentola con abbondante acqua a bollire. Non appena l'acqua bolle, aggiungete un cucchiaio di sale grosso e successivamente buttate con delicatezza le caccavelle. Le caccavelle cuoceranno in circa 13 minuti.
Nel frattempo preparate la spuma di radicchio. Lavate il radicchio. Diciamo che l'amarezza del piatto è legata molto alla quantità di radicchio che utilizzerete per la preparazione della spuma, per cui scegliete la quantità di radicchio che volete utilizzare in base ai vostri gusti personali. Tagliate il radicchio a piccole strisce. a questo punto disponete nel tritatutto le strisce di radicchio, il cucchiaio di latte di riso, la ricotta e l'erba cipollina. Aggiungete un pizzico di sale e iniziate a triturare il tutto finchè non otterrete un composto omogeneo.
Terminato il tempo di cottura della pasta, scolate accuratamente la pasta con delicatezza e lasciatela riposare per qualche minuto.
Disponete le caccavelle in una teglia da forno, foderata con la carta forno. Riempite le caccavelle con la spuma di radicchio in modo accurato. Infornate, in forno preriscaldato, per circa 15 minuti ad una temperatura di circa 160 gradi. Nel frattempo che le caccavelle terminino la propria cottura in forno, potete preparare le chips di carciofi. Pulite i carciofi, eliminando il gambo e le foglie più esterne, tagliate infine la parte superiore del carciofo.
Tagliate a fette sottili il cuore del carciofo e  mettetele in acqua fredda in cui avete precedentemente spremuto il succo di mezzo limone. Dopo aver lasciato risposare le fette di carciofo nell'acqua, scolateli e asciugateli accuratamente. Mettete  2 cucchiai di olio di oliva in una padella antiaderente, mettetela sul fuoco e lasciate che l'olio arrivi a temperatura Non appena l'olio si sarà riscaldato, friggete con cura le fette di carciofi, girandole accuratamente.
Una volta che le fette di carciofi sono diventate croccanti, scolateli dall'olio e lasciateli riposare su della carta assorbente. Nel frattempo terminato il tempo di cottura delle caccavelle, toglietele dalla teglia ed riponetele in un piatto da portata, e cospargete all'interno delle caccavelle le chips di carciofi. Usate qualche foglia di radicchio avanzata per la decorazione del piatto.
Ed ecco a voi il piatto finito.... Buon appetito a tutti ....e Mitica Caccavella....

Con questo post partecipo al contest:

mercoledì 26 novembre 2014

RICETTA DELLA DOMENICA: CONIGLIO ALLE MELE.



Eccoci finalmente ad una nuova ricetta che mi ricorda le mie amate domeniche passate in famiglia.
Questo è il classico piatto da gustare con calma la domenica, anche perchè richiede tempi di cottura molto lunghi, per questo consiglio di cucinarlo la domenica, quando si ha un pò più di tempo da dedicare alla cucina.
Questo è uno dei piatti che mia mamma cucina molto spesso quando tutta la famiglia si riunisce perchè così accontenta un pò i gusti di tutta la famiglia.
Per tutti questi motivi (uniti ad una forte nostalgia dei sapori di casa mia) vorrei  condividere questa ricetta con tutti voi.
Nonostante la breve lista degli ingredienti, potrebbe sembrare una ricetta facile, ma non lo è perchè richiede cura e dedizione.
La cottura del coniglio infatti non è semplice, se infatti il metodo di cottura non è corretto si rischia sia di servire un coniglio crudo ma soprattutto poco gustoso.
Passiamo quindi a descrivere la ricetta:

INGREDIENTI:

  • 1 coniglio tagliato a pezzi;
  • 3 bicchieri di vino bianco;
  • sale e pepe;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 2 mele;
  • 1 ramo di rosmarino;
  • 4 cucchiai di olio evo;
  • succo di 1 limone. 
Sciacquate delicatamente i pezzi di coniglio.Lavate e sbucciate una mela, eliminate il torsolo e tagliate a cubetti grossolani. Mettete il coniglio a macerare in un recipiente insieme con i cubetti di mela, il ramo di rosmarino e il succo di limone. Lasciate riposare per circa un ora.  In una padella a bordi alti (tipo casseruola), mettete i pezzi di coniglio unitamente agli ingredienti della maceratura aggiungendo anche  4 bicchieri di acqua. Fate cuocere il coniglio a fuoco medio. Quando l'acqua si è quasi asciugata, aggiungete i 3 bicchieri di vino bianco. Quando anche il vino bianco sarà sfumato, aggiungete l'aglio tritato e l'olio. Aggiustate di sale e pepe. Nel momento in cui  il coniglio sarà ben rosolato, potete terminare la cottura. 
Pulite l'altra mela, tagliatela a fettine e utilizzatela per guarnire il piatto di portata. Aggiungete un filo di glassa di aceto balsamico sulle fettine di mele per migliorare la guarnizione del piatto.
Ed ecco a voi il risultato ......

A piatto è consigliato abbinare un vino rosso di medio corpo come un Alcamo Merlot Doc. 
Buon piatto a tuttiiii 
Un grazie speciale alla mia mamma per tutto quello che fa per noi ......


martedì 4 novembre 2014

RICETTA FINGER FOOD: POLPETTE DI MELANZANE E FARRO SU LETTO D'INSALATA

Quanto ci piace il finger food... comodo da gustare in ogni occasione, dalla cena con gli amici al pranzo pronto per essere portato a lavoro.
Insomma è un antipasto, ma può essere anche un piatto unico.
Questa ricetta riprende una tipica ricetta napoletana, interpretandola però grazie alla presenza di un cereale ricco di proprietà come il farro.
Per la qualità e la quantità degli ingredienti, questa ricetta rappresenta il tipico esempio di una ricetta mediterranea a tutti gli effetti.
Questa ricetta comunque ha un apporto calorico molto contenuto, grazie al fatto che il metodo di cottura utilizzato è al forno. Insomma le polpette non saranno fritte, ma saranno comunque buone come se lo fossero.
Ed ecco a voi il risultato:


Ingredienti per due persone:
  • 2 melanzane lunghe ;
  • 1 uovo;
  • 1 cucchiaio di parmiggiano;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo;
  • 50 gr di farro;
  • 2 cucchiai di farina di mais;
  • 1 ciuffo di insalata per guarnire;
  • 1 pizzico di pepe;
  • sale q.b.
  • 1 cucchiaio di olio.
Lavate le melanzane  e privatele del picciolo e del fondo. Tagliate le melanzane a metà e ongi metà in due parti , in modo molto grossolano.
In una pentola mettete a bollire dell'acqua. Quando l'acqua sarà arrivata a bollore aggiungete le melanzane e poi una manciata di sale grosso.
Lasciate cuocere per il tempo necessario affinchè le melanzane siano ben cotte ( di solito circa 20 minuti). Comunque  vi consigliamo di provare con una forchetta per capire se  effettivamente la melanzana sia morbida e quindi ben cotta. Appena cotte scolatele e lasciate riposare nella scolapasta affinchè perdano effettivamente tutta l'acqua che hanno assorbito e poi schiacciatele con una forchetta.
Nel frattempo cuocete il farro in abbondante acqua salata per circa 40 minuti.Appena cotto scolatelo e mettetelo in un recipiente.
Unite al farro anche le melanzane schiacciate, l'uovo, il parmigiano grattugiato, sale, il pepe e un cucchiaio di farina di mais.
Create delle polpette e poi passatele nella farina di mais restante.
Mettete le polpette in una pirofila rivestita con carta da forno, aggiungete l'olio cospargendolo ovunque. Infornate a 180 ° per circa 20 minuti. Create un piatto con un fondo di insalata come guarnizione e disponetevi sopra le polpette.
Buon appetito a tutti ......
Food Blogger Contest Banner




lunedì 3 novembre 2014

RICETTA DEL BENESSERE: RETE DI BASTONCINI DI ZUCCA AL SESAMO E PATATE
Oggi ho voluto creare qualcosa di nuovo e di speciale con la zucca. Questo è un piatto molto gustoso, in grado di inebriare anche i palati più difficili , grazie ai semi di sesamo bianco. Una volta tostati daranno al piatto un gusto croccante.
Nei semi di sesamo inoltre c'è un mix di minerali e vitamina B, fondamentali per il nostro organismo.

Ed ecco a voi il piatto finito:



Ingredienti per due persone:

  • 200 gr di zucca;
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo bianchi;
  • 2 patate medie;
  • 50 gr di asiago;
  •  1 cucchiaio di olio;
  • sale e pepe q.b.
Pulire la zucca dalla buccia esterna. Lavare la zucca accuratamente.
Tagliare la zucca a fette di spessore 2-3 mm.

Tagliare le fette di zucca in modo da creare dei bastoncini. 

Disporre i bastoncini di zucca in un recipiente e aggiungere i semi di sesamo, mescolate accuratamente in modo che parte dei semi possano aderire ai bastoncini di zucca. 
Pelare le patate e lavarle, tagliare le patate in modo da creare delle fettine molto sottili, come se fossero delle sfoglie. 
A questo punto rivestite una pirofila con della carta da forno, e iniziate a disporre i bastoncini in senso verticale lasciando tra l'uno e l'altro circa 2 mm. Ricoprite questo strato di bastoncini con le fettine di patate in senso orizzontale. 
Terminato lo strato di patate, disporre un nuovo strato di bastoncini in senso orizzontale. 
Continuate a strati alternano i bastoncini di zucca con le sfoglie di patate,disponendo i bastoncini in verso opposto tra uno strato e l'altro. Create un numero di strati fino ad arrivare all'altezza del bordo della pirofila, e terminate con un ultimo strato di patate. Aggiungete sull'ultimo strato un pezzetto di asiago e poi sale e pepe, l'olio e i semi di sesamo avanzati. 
Cuocere in forno per circa 25 minuti a 180 gradi. 
Buon appetito a tutti......



Con questa ricetta partecipo al contest "L'appetito vien tagliando" su Noodloves.it Contest "L'Appetito vien Tagliando" su Noodloves.it Contest "L'Appetito vien Tagliando" su Noodloves.it

venerdì 31 ottobre 2014

RICETTA GOLOSA: TORTA ALLE TRE MELE E MANDORLE

La protagonista di questa ricetta è la mela, in particolare tre tipi di mele:
la red deliciuos, la golden delicious e la granny smith... tre gusti diversi in unico dolce.
Se vi capita di andare in Trentino Alto Adige in questo periodo, potrete assistere al magnifico spettacolo di queste ampie distese di campi di mele. Un paesaggio davvero unico e indescrivibile.
E' questo il momento migliore per assaporare le mele perchè è in questo periodo che vengono raccolte ed è quindi possibile assaggiare un prodotto fresco e genuino.
Le mele posseggono infatti un forte potere antiossidante, grazie alla notevole presenza di provitamina A, vitamina B1,B2, B6 e C, Niacina e Acido Folico, insieme Flavonoidi e Carotenoidi, insomma un vero mix di benessere.
INGREDIENTI PER 6 PERSONE:

  • 100 gr di farina 00;
  • 100 gr di farina di avena;
  • 1 bicchiere di yogurt  bianco;
  • 180 gr di zucchero;
  • 3 uova;
  • un limone;
  • 1 cucchiaino di cannella;
  • un pizzico di sale;
  • 1 bustina di lievito;
  • burro per ungere la teglia;
  • 1 bustina di lievito per dolci.
Per la farcia:
  • 3 mele (1 Red Delicious,  1 Golden Delcius, 1 Granny Smith)
  • 80 gr di mandorle, tritate finemente;
  • 80 gr di zucchero di canna. 
Lavate le mele e privatele della buccia, tagliatele a fettine e mettetele in una ciotola a riposare con il succo del limone e un cucchiaio di zucchero di canna.
In una ciotola, montate le uova insieme allo zucchero. Successivamente aggiungete lo yogurt, poi la farina (poco per volta in modo da non creare grumi), la scorza di limone, la cannella, il sale ed infine il lievito. Lavorate il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo e morbido. 
Imburrate la tortiera e versate nella tortiera l'impasto. Disponete sopra l'impasto le fettine di mele, che avete precedentemente preparato,  quindi cospargete le mandorle tritate e poi lo zucchero a velo. 
Preriscaldate il forno a 180 ° , quando il forno sarà ben caldo, infornate la torta e lasciate cuocere per circa 40 minuti. 
Ed ecco a voi il risultato.....

Per accompagnare questo dolce consigliamo un Sauvignon del Collio....
Buon Appetito a tutti ....


Ricettedalmondo.it
Con questa ricetta partecipo al contest “La Mia Torta di Mele: tra sapori e tradizioni" di RicetteDalMondo.it